A+ A A-

Roberto TombaAttratto da libri, insetti, poesia, corpo umano e politica, dopo un confronto con ciò che avrei chiamato "le ragioni del cuore", mi sono ritrovato nello stesso tempo a meditare e medicare.

Medico, ho rincorso avidamente il collegamento fra psiche e soma.

Dopo una formazione psicoanalitica individuale sono approdato alla "gruppo analisi", accorgendomi che il gruppo ci fa vivere l'atmosfera di un teatro dialogante dove i molteplici ruoli cristallizzati nel tempo provano il piacere e la sofferenza di continui spostamenti: nel gruppo l'individuo è portato a confrontarsi con diverse parti di sé, comprese quelle ignote.

Egli si sente così frammentato e costretto a rivedere la propria identità, accorgendosi che essa non fu acquisizione definita una volta per tutte, bensì si struttura nel confronto guadagnando la possibilità di prospettive nuove.

Passando all'interesse per il gruppo, decisi di mettermi in gioco come pittore.

Da tempo avevo cominciato a usare i pennelli, esercitandomi in una sorta di linguaggio complementare, modalità espressiva integrante divenuta col tempo indispensabile per esprimere gli stati d'animo più difficili da trasmettere.

Disegno e pittura, compagni di viaggio, sono divenuti strumento necessario per fissare i passaggi di una faticosa crescita.

Dopo diversi anni di pittura solitaria, sono uscito dalla nicchia nevrotica osando esporre le mie opere in mostre anche collettive.

©2009-18 Roberto Tomba. All rights reserved. Powered by Bluecore Studio.

Questo sito web utilizza i cookie per essere sicuri di offrirvi la migliore esperienza di navigazione possibile. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Tutti i dettagli relativi l'utilizzo dei cookie sono consultabili al seguente link Privacy Policy.

Accetto cookie